IIT Home Page CNR Home Page

La robotica non invecchia

03/11/2014
A cura di:

Mauro Balestri

Foto di Mauro Balestri

Stefano Groppioni

Foto di Stefano Groppioni

Soggetti esterni: Francesco Giovacchini, dell’Istituto di biorobotica della Scuola superiore sant’Anna

Gli esocheletri possono ricordare apparentemente le tute di Batman, ma in realtà sono meno appariscenti e forniscono aiuto a persone con deficit motori, che hanno bisogno di assistenza o riabilitazione durante il cammino, nella loro vita quotidiana o in istituti clinici specifici. All’Internet Festival 2014, durante il laboratorio “La robotica non invecchia”, è stato presentato un esoscheletro di bacino – illustrato da Francesco Giovacchini, dell’Istituto di biorobotica della Scuola superiore sant’Anna – che assiste la “camminata” in soggetti amputati transfemorali, per cause vascolari. Questo tipo di esoscheletro è stato sviluppato all’interno di un progetto europeo che si chiama “CyberLEGs”. Al progetto hanno collaborato: l’Istituto di biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna insieme a partner europei del Belgio, dell’Università di Bruxelles, dell’Università di Lubiana e la Fondazione Don Gnocchi di Firenze.