IIT Home Page CNR Home Page

Il cervello? Si cura da solo. Stimoli giusti innescano processi di autoriparazione

Mens sana in corpore sano. La saggezza popolare fa scienza: ce lo dimostra, dati alla mano, il dottor Alessandro Sale, 32 anni, il più giovane ricercatore dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr di Pisa. Laureato in scienze biologiche all’ateneo cittadino, con un secondo diploma alla Scuola Normale Superiore, il dottor Sale ha iniziato la sua attività di ricerca con gli studi sul comportamento animale. Poi, come dottorando nel corso di perfezionamento in Neurobiologia alla Scuola Normale, è passato a Neuroscienze, nel gruppo del professor Lamberto Maffei. Un’esperienza in Norvegia per allargare i suoi orizzonti e imparare nuove tecniche durante un periodo di post dottorato e poi, dall’aprile del 2009, il passaggio al Cnr dove, con ogni probabilità, è il più giovane ricercatore in Italia con un contratto a tempo indeterminato.

Le ricerche di Alessandro Sale hanno portato nuova luce all’interno della lunga diatriba delle Neuroscienze: lo sviluppo e la funzione del nostro cervello dipendono dai geni, ma sono modificabili attraverso l’ambiente? Quanto di ciò che siamo è predeterminato e quanto invece può cambiare mediante l’esperienza? Oggi si può dimostrare che i circuiti cerebrali cambiano notevolmente in funzione degli stimoli ambientali che inducono, nel cervello, la produzione di sostanze naturali. Queste sostanze possono addirittura innescare processi di “autoriparazione”. I nonni avevano ragione: gli stimoli giusti ci “fanno stare bene”.

 


Locus 14 – CNR-Pisa, 2010

Autori IIT:

Tipo: Contributo in pubblicazione non scientifica

File: Felici Editore.pdf
Locus14CNR.pdf
Da pagina 30 a pagina 33

Attività: