IIT Home Page CNR Home Page

I Big Data e la (im)mobilità pisana

01/12/2014
A cura di:

Soggetti esterni: Derrick De Kerckhove, sociologo e docente Università degli Studi di Napoli Federico II

Internet Festival 2014 – Al panel “Il Senseable City Lab del MIT studia il futuro della mobilità umana” i temi centrali sono stati smart city, big data e mobilità urbana. A parlane con noi, ospite dell’evento, anche Derrick De Kerckhove, sociologo e docente Università degli Studi di Napoli Federico II. 

L’uso pervasivo di sensori e tecnologie di comunicazione cambierà ben presto la mobilità urbana. Ma saranno cambiamenti positivi, che rivoluzioneranno i flussi urbani e verrà costruita una mobilità personalizzata con degli enormi vantaggi per i cittadini e i quotidiani flussi cittadini. Il Senseable City Lab del MIT si occupa proprio di questo, di studiare la mobilità urbana del futuro e immaginare fin da adesso come sarà la città di domani.

De Kerckhove ci ha raccontato di big data e dell’importanza dell’enorme quantità di dati raccolta e della mobilità cittadina, partendo come spunto da Pisa, la città “immobile”, che riunisce però all’interno del Festival Internet, esperti e studiosi da tutto il mondo e diventa luogo di incontro (e comunione) internazionale.