IIT Home Page CNR Home Page

... in ricordo di Luca


sei sempre nei nostri cuori... ci manchi tanto!


sei nell'anima. e sei ovunque.. in ogni sorriso, in ogni dolore.

Francesca

 


Ciao Luca,

io non ti ho mai conosciuto, sono qui per caso sul sito e mi sembra già di usurpare uno spazio che non mi appartiene. Non ho potuto fare a meno di leggere i commenti e ho ricostruito. Il dolore dei cari, la tua sofferenza, la più intensa mi pare di aver capito sia durata 8 mesi e lo strappo, improvviso, solo a 41 anni. Mi tornano alla mente i miei 31 mesi vissuti accanto a lei che a 43 anni è scomparsa una notte d'estate. E la cosa che fa più male ancora oggi è vedervi sorridere nella sofferenza che avete sopportato. Buon viaggio 


Caro Luca,

girovagavo sul sito dell’area per cercare qualcosa che ho ormai dimenticato e mi sono reso conto di quanto, a distanza di qualche mese, sia ancora vivo il tuo ricordo. Eri una persona speciale ed anche se fra noi non c’e’ mai stato un dialogo spontaneo e quotidiano, la stima si trasmetteva reciprocamente per osmosi tutte le volte che ci incontravamo. Professionalita’, onesta’ ed umilta’ erano le tue doti predominanti dalle quali sublimava un’essenza solare e radiosa con spiccati caratteri di contagiosita’. Ti ho avuto come vicino di stanza per anni e anche se le nostre strade lavorative non si sono incrociate per parecchio tempo mi ero comunque fatto un’idea ti te, del tuo carattere  dove, per certi versi, rivedevo un po’ alcuni funambolici aspetti del mio.  Ho sempre avuto una grande stima delle persone rispettose e non invadenti e tu, in questo, eri maestro. Un vero signore sotto tutti i punti di vista, anche nella sofferenza piu’ atroce psichica e mentale non hai mai perso il tuo sorriso, tanto da fuorviare le speranzose aspettative di tutti noi, tu eri cosi’, la positivita’ fatta persona. Ricordo la tua risata che risuonava come un tuono improvviso penetrando la parete come fosse di carta velina, certe volte l’ho maledetta perche improvvisa e deturpatrice di un silenzio dedito alla concentrazione, adesso la rivivo nella mente con malinconia e la rimpiango come tutte le cose buone che hanno lasciato una traccia indelebile nel cuore.

Ciao Luca.  

 


Non riesco ancora ad accettare davvero che tu non ci sia piu' ... i miei occhi vogliono ritrovarti e confondono altre forme con le tue; la tua risata, solo tua ... mi e' sembrato di sentirla e poi guardavo con stupore e delusione la persona che mi stava ingannando ... la tua scrivania vuota ... ci manchi tanto Luca.


 

ripercorro nella mente i giorni dello scorso anno. uno ad uno. ora dopo ora. dai giorni (tanti) passati insieme per lavoro, in giro per l'italia, ai giorni del tuo calvario, che sarebbero cominciati da li' a poco... ogni momento si fissa li' nel tempo dei ricordi e diventa.. un'eternità. Tre mesi, tre giorni, tre ore. che importa. Un attimo. Il tempo si ferma, muto, dilatato. Conta solo quell'attimo, quell'istante in cui penso che non ci sei piu'. ...e manchi come il primo giorno.  Perché senza di te, niente e' più uguale a prima.  Siamo soli, tesoro mio. Senza di te siamo tutti più soli.   e le lacrime non si asciugano. e il dolore striscia muto e lento. una serpe che arriva fino al cuore, o quel che ne resta, lasciando una melma impalpabile  che non sai decifrare.. che non comprendi.  e' solo la vita che ci passa accanto, senza te.  e tutto muta e scivola in un giorno qualsiasi. e tutto ha un sapore amaro. persino il sole, l'estate, il mare, le belle giornate...scavano dentro un vuoto enorme, e  vanno ad alimentare quella rabbia senza nome. ma forse e' semplicemente l'infinita solitudine dell'assenza di te. vorrei cancellare questo tempo che ci allontana da te, giorno dopo giorno,  istante dopo istante. e vorrei ritornare indietro quando un sorriso era tutto e la  giornata si illuminava di quel calore. Perché tu eri la cosa più bella. Francesca

 


Eccola.. la bella stagione è finalmente arrivata... le giornate sono più lunghe e luminose. Il sole splende e fa risaltare ancora di più il verde delle nostre montagne , all'orizzonte. Guardo tutto questo ed è inevitabile per me pensare al fatto che tu non sia qui a godertelo con noi... e il cuore perde un battito e sembra stretto nella morsa di una mano invisibile e senza pietà.. trattengo a stento le lacrime.. e la mente vola ai ricordi, tanti.. belli, divertenti, nostri..

Non doveva andare a finire così.. non doveva davvero... e non so chi maledire per tutto questo...

Semplicemete non doveva succedere.. non a te, cazzo!

Manchi tanto Luca.. e so che tra qualche mese tutta questa mancanza sarà un peso davvero troppo grande da sopportare...

Chiara.


All'internet festival c'eri anche tu Luca...non potevi non esserci...


Abbiamo visitato il sito e abbiamo pensato di salutarti scegliendo la strada che abbiamo percorso insieme che ci ha condotto fino a qui: arrivederci.

Maria PIa, Orio e Michela 


21 febbraio - 21 aprile

http://www.youtube.com/watch?v=mgj0GiFk05k

".. sono giorni che cammino senza meta, portandoti nel cuore"

Francesca

 


http://www.youtube.com/watch?v=jWMqItyhQHM&feature=related

Dentro la tasca di un qualunque mattino  "Dentro la tasca di un qualunque mattino  dentro la tasca ti porterei 
col fazzoletto di cotone e profumo 
col fazzoletto ti nasconderei 
dentro la tasca di un qualunque mattino 
dentro la tasca ti nasconderei 
e con la mano, che non veda nessuno, 
e con la mano ti accarezzerei 

salirà il sole del mezzogiorno 
passerà alto sopra di noi 
fino alla tasca del pomeriggio 
ti porto ancora 
se ancora mi vuoi 

salirà il sole del mezzogiorno 
e passerà alto, molto sopra di noi, 
fino alla tasca del pomeriggio 
dall'altra tasca ti porto 
se vuoi 

dentro la tasca di un qualunque mattino 
dentro la tasca ti porterei 
col fazzoletto di cotone e profumo 
col fazzoletto ti coprirei 

dentro la tasca di un qualunque mattino 
dentro la tasca ti nasconderei 
e con la mano, che non veda nessuno, 
e con la mano ti saluterei 
e con la mano, che non veda nessuno, 
con questa mano ti saluterei" Francesca

 


Fare le correzioni senza di te non è lo stesso

Giuliano & Giorgia


Ciao Luca! E' già trascorso un mese da quando te ne sei andato e il ricordo di te è sempre presente, oggi più che mai! Per me sei ancora qui con noi, in un modo diverso, forse.. ma ancora qui. E soprattutto sei nelle ultime due bellissime notizie positive che speravo di ricevere e che sono arrivate.. so che ci sei tu dietro a tutto questo.. mi piace pensare che tu ci abbia messo lo zampino e che mi abbia voluta aiutare! GRAZIE!!!

Ti porto nel mio cuore! 

C.


Oggi dolce Luca sento forte il desiderio di condividere con te quattro giovani "azzurri" del mondo!

Queste immagini di bimbi sostituiscono le mie parole per te.

 


Un mese ... davvero lungo questo mese, fatto di tantissimi istanti in cui qualcosa - una frase, una sagoma nel corridoio, un articolo, un pensiero - ci riporta in mente che tu non ci sei piu' ... Un mese, di solito scorre in un attimo; questo invece e' sembrato lento e triste, di quelle tristezze profonde e dense che ti rimangono appicciate addosso ... Eppure un mese fa mi sembra ieri ...

Un bacio Luca, ci manchi tanto.


Ciao Luca,

ho appena finito l'annuario. E' stata dura senza di te, senza i tuoi consigli, senza qualcuno che mi dettasse i milioni di numeri. E' stata dura, ma ce l'ho fatta. Tutta una tirata, senza di te che interrompevi ogni 5 minuti per la sigarettina. Tutta una tirata, senza lacrime. Ma è stata dura. Quando torni? Mi manchi!

 

Giuliano


Aprire questo blog e guardare la tua bellissima foto sorridente a tre/quattro anni e' un'emozione forte, che riesce ad essere tenera e tristissima allo stesso tempo ...

Un abbraccio grande, ovunque tu sia ....

 


Non c'è giorno che non pensi a te...

Chiara


Non so dove tu sia, non so se tu mi senta, se tu senta il mio dolore e la mia rabbia, la rabbia di aver perso un caro collega che stimavo molto
Ho paura di non ricordare il timbro della tua voce, il suono della tua risata, lo sguardo che avevi quando parlavi, il tocco della tua mano con le chiavi e  le tue parole sempre così forti e sincere.
Mi manca tutto questo. Ma avro' sempre un ottimo ricordo di te.

Ciao Luca

Daniele P.


Ho letto con vero dispiacere della scomparsa del collega Luca Trombella. Ho
avuto occasione più di una volta di sentirmi con lui per richiedere
interviste e informazioni e la sua disponibilità è sempre stata massima,
così come la sua cordialità.

Mi unisco al vostro cordoglio,
Camilla Francisci


La rabbia e l'incredulita' pian piano diminuiscono, non certo la mancanza di te ... Un abbraccio forte, ovunque tu sia.


E' vero, ti ricorderemo sempre per il tuo sorriso, sorriso che hai sempre avuto anche tanti anni fà!


Una settimana (da quella terribile notte)... Non lo so dove va chi muore. So dove resta. Francesca


Sono molto scossa dalla notizia della morte di Luca; non sapevo nulla della sua malattia, e avendolo sentito non molto tempo fa per motivi di lavoro, continuavo ad immaginarlo nel pieno della sua intensa vita. Proprio in questi giorni, leggendo un suo articolo sulla rivista che da anni mi spedisce regolarmente, mi ripromettevo di risentirlo per parlare delle cose che da sempre ci accomunano e di una iniziativa in cui avrei voluto coinvolgerlo. Un giorno di questi, mi dicevo, tanto c’è tempo ….. Poi, alcuni giorni fa, mentre ero con colleghe di Roma, a proposito dell'approssimarsi del compleanno di alcune di noi, mi è scappato di dire, pensando ai brividi che mi ha fatto provare una mia recente malattia, che ero contenta di festeggiarli, ero contenta che sebbene più "vecchia" potessi ancora festeggiare il mio compleanno. E' stato allora che una collega, dandomi ragione sullo spirito con cui affrontavo l’incalzare della mia non più giovanissima età, mi ha detto di un caro collega, Luca Trombella, e del male che lo aveva invece strappato alla vita “nel bel mezzo del suo cammino”. Ha pronunciato il suo nome con disinvoltura sebbene con amarezza, non ricordando che lo conoscessi. Ma per me è stata una vera doccia fredda. Le ho chiesto di ripetere il nome sperando di sbagliarmi. E anche dopo aver avuta conferma ho faticato ad associarlo ad una condizione che poco si adattava ad una persona sorridente e vitale come io ricordavo e ricordo Luca. Qui a Milano i colleghi avevano conosciuto Luca per via di un convegno organizzato da me sui temi della comunicazione, la sua relazione era stata apprezzata tra le più brillanti e appassionate. Anche loro hanno faticato a crederci, quando ho dato la notizia. A volte vivi per anni accanto a persone senza che queste ti lascino nulla che valga la pena di ricordare. Luca è invece di quelle che ti lascia dentro qualcosa anche se lo incontri una sola volta nella tua vita. Anche solo il ricordo del suo sorriso. E molto di più .... Peccato non averglielo detto di persona. Un giorno di questi, mi dicevo, tanto c’è tempo ….. Con stima e affetto Alba

Una settimana ... e il dolore non si attenua, e la mancanza di te in ogni angolo di questo edificio si fa sempre piu' forte ...