IIT Home Page CNR Home Page

Video

Video

Video Descrizione Con Data
Notizie vere o false? intervista a Luca Sofri

L’edizione 2015 dell’Internet Festival ha visto la partecipazione di molti personaggi di spicco della cultura e del giornalismo italiano. Tra questi, Luca Sofri, giornalista, scrittore e direttore de “Il Post”, che ha presentato alla manifestazione internazionale della Rete che si svolge ogni anno a Pisa, il suo ultimo libro “Notizie che non lo erano”. Il volume contiene una ricca e “inquietante” raccolta di notizie che, di fatto, non lo erano: una riflessione, attenta e puntuale, sulle bufale, sull’informazione e sulla realtà, a volte deformata, che ci viene fornita dai media.
L’incontro con Luca Sofri è stata un’occasione importante per chiedere il suo parere sull’attendibilità delle fonti, su quanto Internet possa aver contribuito alla diffusione delle notizie false e quanto le bufale giornalistiche possano essere pericolose e influenzare la società.

 

 

01/11/2015
Reti di piccoli mondi (Internet, ingredienti e ricette): intervista a Marco Malvaldi

Olio, peperoncino, burro, zafferano, uova, farina, cipolla, e molto altro ancora: sono gli “hub”, punti d’intersezione della nostra cucina, i pochi ingredienti necessari per realizzare tantissime ricette. Gli ingredienti sono in realtà dei nodi con le ricette già esistenti in tutto il mondo e per lo sviluppo di altre nuove, che sono vere e proprie reti di dati.
E’ questo il filo conduttore dell’evento “Reti di piccoli mondi per catturare grandi cucine”, tenutosi durante Internet festival 2915 con un ospite d’eccezione: lo scrittore Marco Malvaldi.
“Anche Internet esattamente come la cucina” afferma lo scrittore pisano, “è una rete di dati: le ricette di cucina e la Rete condividono le stesse caratteristiche, sono le cosiddette reti ‘piccolo mondo’, che hanno un piccolo numero di ‘hub’, degli snodi, con un grandissimo numero di connessioni (router e server, nel caso di Internet, sale, olio, peperincino e acqua nel caso della cucina. Dagli ‘hub’ si può giungere a tutto il mondo”.
“Le ricette di cucina non sono mai un mero e freddo elenco di ingredienti” continua Malvaldi. “Dietro ci sono istruzioni, spiegazioni, avvertenze e, magari, piccoli spunti umoristici”.
“L’importante, quando si parla di cucina e ricette” conclude lo scrittore “è non dimenticare mai chi il cibo non ce l’ha e non ha le materie prime per nutrirsi”.

 

01/11/2015
Internet Festival 2015: un’esperienza digitale lunga quattro giorni!

Siamo giunti alla fine del viaggio di Internet Festival 2015: quattro giorni ricchissimi di eventi, seminari, laboratori ed esperimenti.
Gli eventi organizzati dal Registro .it (l’anagrafe dei domini italiani gestita dallo Iit-Cnr) chiudono all’insegna dei bambini per sperimentare con loro il mondo della Rete e per divertirsi insieme (“Internet è un gioco!”), con la Ludoteca e il seminario di “Let’s bit!”, il corso per programmatori junior di Coderdojo club e il Fab Lab anche per bambini.
Ma ancora eventi con protagonisti d’eccellenza come il giornalista del Corriere Domenico Quirico, il filosofo Remo Bodei e il sociologo Giovanni Boccia Artieri.
Non sono mancati i makers con le stampanti 3D e i loro Fab Lab. Interessanti anche i droni, ultimissima frontiera della tecnologia, anche nel campo della ricerca.
Oggi si sono conlcuse anche le mostre aperte durante l’intera durata del festival, sui vecchi calcolatori, sulle aziende che sbarcano in Rete (“A occhi aperti: sguardi d’autore sul .it”), sul percorso multisensoriale al buio tra quadri tattili, e molto altro.
Chiude anche questa avventura del Festival Internet 2015, interessante anche dal punto di vista dell’impegno del Cnr pisano e dei risultati di pubblico e successo ottenuti. Vi diamo appuntamento al prossimo anno!

Per maggiori informazioni http://www.internetfestival.it

 

 

11/10/2015
Internet Festival 2015: una manifestazione piena di sorprese

Gli eventi organizzati dal Registro .it (l’anagrafe dei domini italiani gestita dallo Iit-Cnr) arricchiscono anche la terza giornata di #IF2015: “CNA next”, un incontro tra le aziende che evolvono grazie all’uso delle tecnologie digitali; “Digitaly”, un progetto realizzato da CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato), in partnership con Amazon, Google, Seat PG e Registro .it; “Scena digitale: incontro con Giovanni Gulino” (leader di “Marta sui tubi”).
Ma il penultimo giorno della kermesse internazionale ha entusiasmato per la varietà di temi – tra cui architettura, cucina, reti, calcio, storytelling, big data, Lego, web documentary e molto altro – e personaggi come il noto scrittore pisano Marco Malvadi, il ricercatissimo cuoco Massimo Bottura e l’allenatore Massimiliano Allegri. E alla fine abbiamo scoperto che tutto ha un nesso con Internet.
Vi aspettiamo domani per l’ultima intensa giornata dedicata alla Rete!

Per maggiori informazioni http://www.internetfestival.it

 

10/10/2015
Internet Festival 2015: alla scoperta del mondo della rete!

Tantissimi gli eventi in programma in questa seconda giornata di Internet Festival 2015. E tanti quelli organizzati dal Registro .it (l’anagrafe dei domini italiani, gestita dallo Iit-Cnr) e dall’Istituto di informatica e telematica del Cnr di Pisa.
Si parte al Lux con la business competition del Registro .it (.itCup) e il suo vincitore: ‘Mindesk’ di Vittorio Bava di Bari, un sistema, composto da un pennino e un software, che permette di realizzare la propria idea in 3d e in realtà virtuale con il supporto di un visore (Oculus Rift o Microsoft Hololens). Si prosegue poi con “FINe: the Food in the Net observatory”; “Apetti di sicurezza del mobile: dal parental control al BYOD”; “Internet e imprese: ascoltare la Community e raccontarsi in Rete”; “SoBigData”; “Cambiamenti climatici: dati, scenari e resilienza”.
La giornata è stata poi un susseguirsi intenso di personaggi famosi che hanno esplorato la Rete attraverso temi specifici, come il meteo (Luca Lombroso), la cucina (Marco Malvaldi) e le notizie false che la popolano (Luca Sofri).
Domani ci aspetta un altro giorno intenso e ricco di percorsi, studio e curiosità. Vi aspettiamo!

Per maggiori informazioni http://www.internetfestival.it

 

 

09/10/2015
Internet Festival 2015: si riparte!

Al via l’edizione 2015 dell’Internet Festival: è iniziata oggi la kermesse internazionale che si tiene a Pisa per il quinto anno consecutivo.
Dall’8 all’11 ottobre il cuore pulsante della città della torre pendente accoglierà esperti della Rete e non, per discutere, spiegare, dimostrare e divertire con un percorso ricco di di workshop, convegni, laboratori, tutorial, seminari e spettacoli.
Quest’anno la parola chiave è #spazio: Internet e la Rete hanno rivoluzionato il significato di spazio: inteso sia come luogo fisico sia come luogo virtuale, che come luogo di conoscenza, approfondimento, condivisione, identità, creatività e libertà.
L’Istituto di Informatica e telematica del Cnr di Pisa e il Registro .it (l’anagrafe dei domini Internet italiani gestita dallo Iit-Cnr) sono tra i promotori e protagonisti attivi dell’Internet Festival.
Quest’anno una location in pieno centro, a Pisa, il Cinema Teatro Lux, è stata riservata agli eventi organizzati dal Registro .it oggi ha aperto la giornata la diretta di “Radio Aula 40”, con ospiti d’eccezione, dedicata al festival; subito a seguire i dibattiti su “Il diritto d’autore nell’era di Internet” e “Internet e Pubblica amministrazione: Pa digitale, è davvero la volta buona?”.
Vi aspettiamo domani per la seconda giornata di #IF2015!

Per maggiori informazioni http://www.internetfestival.it

[L’Internet Festival è frutto di una preziosa collaborazione di sinergie tra enti e istituzioni locali (Comune e Provincia di Pisa, Regione Toscana, Camera di Commercio di Pisa), Istituti di Ricerca (e in particolare con l'Istituto di Informatica e telematica del Cnr di Pisa, Università degli Studi di Pisa, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant'Anna) e mondo della divulgazione scientifica (Associazione Festival della Scienza), con il supporto organizzativo di Fondazione Sistema Toscana].

 

08/10/2015
Chemistry, materials & light: comun denominatore per Cnr e imprese

Si è svolto a Bologna, dal 21 al 23 settembre, “CML2015” (Chemistry, Materials & Light), l’evento internazionale organizzato nell’ambito delle iniziative per l’Anno internazionale della Luce 2015. L’obiettivo della maratona bolognese è stato quello di sottolineare l’importanza dello sviluppo di materiali e dispositivi innovativi per l’emissione di luce. Inoltre, altro obiettivo fomdamentale, è stato quello di mettere a confronto numerosi esperti del mondo accademico e dell’industria al fine di affrontare tematiche legate allo sviluppo di materiali innovativi emettitori di luce e di dispositivi per applicazioni sostenibili: la luce del futuro, luce su misura per un’energia a basso costo e facile da smaltire.
All’evento bolognese ha partecipato anche Luigi Nicolais, presidente del Cnr. In particolare, il 22 settembre, il presidente ha partecipato alla tavola rotonda dal titolo “The impact of chemistry, materials and light on societal and economic challenges”.
L’evento è organizzato dal Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali e dall’Istituto dei materiali nanostrutturati del Cnr.

 

 

01/10/2015
Ludoteca del Registro .it: il progetto Let's Bit!

Il video racconta il progetto Let's Bit! della Ludoteca del Registro .it: un modello di peer education che vede il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole superiori nel ruolo di educatori all'utilizzo consapevole della Rete

15/09/2015
Espad, il mondo dei consumi psicoattivi: le droghe

Lo studio dei ricercatori dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr ESPAD®Italia (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs, condotto nel 2014 come ogni anno dal 1999) ci fornisce dei dati nuovi e imprevedibili sul mondo delle droghe tra i giovanissimi. I dati sono emersi dalle risposte dei questionari sottoposti a circa 700mila studenti tra i 15 e i 19 anni: sono le sostanze “sconosciute”, usate da oltre 50mila ragazzi, assieme agli psicofarmaci assunti senza prescrizione medica, la preoccupante novità del consumo di droghe. Moltissimi hanno assunto sostanze psicotrope senza neanche sospettare cosa fossero.
“La novità dello studio, che ha coinvolto 30mila studenti di 405 istituti scolastici superiori italiani”, spiega Sabrina Molinaro, ricercatrice dell’Ifc-Cnr e responsabile dello studio, “riguarda proprio il numero significativo di ragazzi che utilizzano sostanze senza conoscerle né sapere quali effetti procurano”.
Dalla ricerca Cnr emerge un mondo di uso-misuso-abuso al limite della dipendenza. Per questa ragione è necessario coinvolgere i giovani in campagne di sensibilizzazione, iniziative di prevenzione ed educazione, al fine di affrontare i rischi che si corrono, “educare all’uso”, ancor prima che punire certi comportamenti.

 

01/07/2015
La scienza del patrimonio: il ruolo chiave del Cnr

Il 2 luglio, nell’ambito dell’evento “European Research Infrastructure for Heritage Science” (Palazzo Vecchio, Firenze – 30 giugno-3 luglio 2015), organizzato anche con il supporto del Cnr, si è tenuto il workshop “E-RIHS: Shaping the European Research Area of Heritage Science”, co-organizzato da Iperion CH e PARTHENOS, due progetti internazionali a guida italiana, finanziati dalla Commissione Europea nel quadro del programma di sostegno alla ricerca e all’innovazione Horizon 2020.
Il workshop ha messo a punto lo stato della ricerca italiana sui beni culturali e le opportunità in termine di innovazione e sviluppo create dalle infrastrutture di ricerca comunitarie. “Stabilire un’area di ricerca europea per i beni culturali è un’operazione complessa, alla quale l’infrastruttura E-RIHS si propone di contribuire con decisione” afferma Luca Pezzati, dell’Istituto nazionale di ottica del Cnr di Firenze e coordinatore di Iperion CH. “Si tratta di un’infrastruttura di ricerca molto grande, a supporto della Heritage Science in Europa, che già aggrega 12 Paesi europei e che consoliderà la leadership che l’Europa detiene sull’intero pianeta, quando si parla di tecniche, conservazione e restauro dei Beni culturali”.
All’incontro, presente anche il direttore generale del Cnr, Paolo Annunziato, che ha evidenziato il ruolo del Cnr nell’ambito della ricerca e delle nuove tecnologie nel campo dei beni culturali. “Il patrimonio culturale e tutte le tecnologie conivolte nella conservazione dello stesso, sono naturalmente un settore di grande interesse per il Cnr” dichiara il direttore generale. “Questa è un’area caratterizzata da una forte interdisciplinarità e il Cnr per sua natura è interdisciplinare, uno dei luoghi dove l’integrazione di discipline diverse diventa un particolare punto di forza”.
“La ricerca sui Beni culturali sta progredendo a grande velocità verso l’integrazione di discipline come l’informatica, la chimica e la fisica, per migliorare la nostra conoscenza del passato” conclude Franco Niccolucci, direttore scientifico del VAST-LAB dell’Università di Firenze e coordinatore del progetto europeo PARTHENOS.

 




01/07/2015